ryanair

Sciopero di 24 ore di piloti e assistenti di volo Ryanair: aerei a terra in Italia il 25 luglio

Sale di nuovo la tensione in Ryanair per la proclamazione di uno sciopero dei piloti e degli assistenti di volo in piena estate, mettendo così a rischio le vacanze di numerosi italiani. Il personale navigante della compagnia low cost incrocerà le braccia il 25 luglio per 24 ore, mentre in Belgio, Spagna e Portogallo – queste ultime due sono mete molto ambite – anche per il 26 luglio. Lo scontro interno all’azienda di Michael O’Leary si riaccende dopo le cancellazioni di migliaia di voli dello scorso autunno per la fuga dei piloti e la minaccia di scioperi per le condizioni dei dipendenti in dicembre. Apparentemente la situazione sembrava essere tornata tranquilla, ma in realtà i dipendenti sono ora tornati a chiedere ulteriori garanzie per la loro condizione di lavoro.

Lo sciopero di luglio, spiegano i sindacati dei quattro paesi, è “contro l’approccio della compagnia irlandese verso i propri lavoratori”. E, secondo il sindacato spagnolo Sitcpla, la partecipazione dovrebbe essere massiccia con 4-5mila dipendenti che incroceranno le braccia coinvolgendo così circa 200 voli che resterebbero a terra. Va sottolineato però che le ultime proclamazioni di scioperi non hanno avuto un grosso successo.