Gestione dei risarcimenti dovuti dai ritardi aerei

Come gestire il ritardo di un volo?

Ti sei presentato all’aeroporto perfettamente per tempo per prendere il ​​volo che ti porterà presso la destinazione dove hai scelto di trascorrere le vacanze o il tuo viaggio d’affari.
Magari sei partito un po’ in anticipo per assicurarti di arrivare abbastanza presto all’aeroporto, ma una volta giunto all’aeroporto ti rendi conto che si è trattato di uno sforzo inutile, perché il tuo volo è in ritardo e non partirà in tempo.
Come milioni di passeggeri aerei prima di te, ti sarai probabilmente sentito impotente.
Se questo scenario si è già verificato, forse già saprai che quando il tuo volo è in ritardo, puoi cercare un risarcimento, ottenendo una compensazione per i danni economici che hai subito.
Di seguito potrai trovare delle informazioni utili per richiedere il risarcimento per volo in ritardo.
Il tuo volo in ritardo è già una brutta esperienza, ma potrebbe migliorare con i giusti accorgimenti.

A chi presentare il reclamo?

Il regolamento UE 261/2004 si pone l’obiettivo di difendere i diritti dei passeggeri del trasporto aereo.
Le compagnie aeree generalmente non lo pubblicizzano, tuttavia hai il diritto di richiedere fino a 600€ per i tuoi voli in ritardo, a patto che il ritardo superi un certo limite di tempo.
Sorprendentemente, sono pochissimi i passeggeri del trasporto aereo tra gli aventi diritto a richiedere il rimborso.
La stragrande maggioranza non rivendica i propri diritti, perché scoraggiata da trafile burocratiche.
Quando si conoscono i propri diritti, però, sarà più semplice richiedere ciò che ti è dovuto.
Il primo passo è sicuramente quello di mettersi in contatto con la compagnia aerea: non scordare che il risarcimento andrà richiesto alla compagnia aerea che ha operato il volo, non quella di riferimento per la prenotazione.
Cioè importante in special modo per i supergruppi, le cosiddette alleanze dell’aria.
Se hai prenotato sul sito di Air France, ma il volo in question è operato da Delta, il reclamo deve essere inoltrato a quest’ultima. Anche nel caso in cui tu abbia prenotato tramite un’agenzia di viaggi online, come ad esempio Expedia, il reclamo deve essere recapitato solo alla compagnia aerea.
Descrivi con accuratezza il ritardo
Ogni compagnia aerea differisce per le modalità di contatto, ma la maggior parte ti farà compilare un modulo online, oppure inviare un’e-mail. Descrivi accuratamente cosa è successo, a prescindere dalla specifica opzione che la compagnia aerea ti offre per il contatto. Il tuo messaggio dovrebbe perciò includere una puntuale descrizione di quel che è andato storto nella tua esperienza di volo e la citazione appropriata dal regolamento UE 261/2004 (oppure CE 261).
Nel momento in cui ci si mette in contatto, meglio essere sempre cortesi, perché un atteggiamento aggressivo sarebbe controproducente.
Alla gran parte dei passeggeri viene inizialmente negato il risarcimento!

Come ottenere sicuramente il risarcimento ?

Alcune aziende si specializzano nel supportare i passeggeri del trasporto aereo ad ottenere l’indennizzo dalla compagnia aerea, come DelayFlight24.com mettendo a disposizione del passeggero la propria esperienza in materia di diritto aeronautico e di regolamenti europei.
Generalemente, queste aziende preparano e presentano il reclamo a nome del passeggero, rappresentandolo di fronte alla compagnia aerea.
Dopo aver verificato i dettagli e le circostanze del ritardo del volo, si occupano di mettersi in contatto con la compagnia aerea e dei passaggi successivi.
Non richiedono nessun pagamento per inoltrare la pratica, in caso di risultato positivo e di ottenimento del risarcimento, prendono una commissione variabile dal risarcimento stesso.
Secondo la legge europea puoi richiedere il risarcimento per voli in ritardo fino a 3 anni fa, clicca per far valere i tuoi diritti e richiedere il rimborso per il volo in ritardo .